Immagini e suoni

Il Costruttore d’Immagini e suoni

Per diversi anni mi sono trovato spesso a prendere tra le mani ed osservare attentamente,una tavola dalla patina scura in parte ricoperta da un tessuto rosso, per i più passata inosservata, ma supporto per la mia fantasia, frammento di un tutto da immaginare,ansioso di intervenirci, e ogni volta sembrava non essere il momento,troppo grande l’eleganza che riecheggiava, la preziosità che si intravedere, non sentirsi pronti,sempre troppo impreparato
per il confronto con tempo.La paura, la coscienza che il tempo non basterà mi hanno spinto a violare ciò che prima mi intimidiva.
Oggettti, tavole,frammenti di mobili,per anni guuardati affascinato, incantato,incapace se non d’immaginare e assorbire l’alone che il circonda,ora trovano nel mio fare l’incontro tra quello che c’era, e quello che immaginavo che fosse.
Le tele restituiscono gli oggetti al tempo, riassorbiti dal tempo, risucchiati nel buio.
Tolta la supremazia alla parola abitiamo uno spazio vietato al corpo.
Ho aspettato il tempo per violare il tempo.

Share